Dolce lady Ginevra...perdonate la mia lunga assenza...sono tornato a farvi visita dopo un lungo vagare nei meandri della mia coscienza...a rubare al mare  nella notte il nero più nero delle sue profondità...per poi scrivere su di un foglio nero qualcosa che nessuno mai leggerà.
Non c'è tempo per guardare indietro.
Non c'è tempo per ricordare tristi momenti.
Ricomoncio a camminare, dimentico le orme che ho lasciato
quando calpestavo le mie amare lacrime.
Su di me si abbatterono tempeste peggiori, venti più forti,
ma ho ripreso la mia strada,
seguo la mia mano amica che ancora ama.
Guardo il bicchiere vuoto ricordando che il tempo
porta con se le memorie e che resteranno per sempre ricordi.
Guardo avanti...il sole illumina ancora una volta lasciando cadere a terra ancora una volta
l'ombra che dettò l'inizio di quel mio vagare.
Non lascerò morirè ciò che fantasticamente  inventai..non lascerò sbiadire ricordi colorati..
Non c'è tempo per guardare indietro ma solo un uomo che ha vissuto quel tempo.

*Avalon*
23:01:2004

Orizzonti spezzati

Nel dilaniare del tempo
si dissolvono frammenti di vita,
effluvi di sogni perversi
danzano come disarmoniche ballerine.
Fremiti e palpiti inconsueti
mulinano spazi limitati,
urla di dolore si confondono
nel gremire della gente ipocrita,
anime spente.....
perdute in orizzonti spezzati.

Rubare e donare

Rubare un petalo a un fiore
o un candido bacio ad un bimbo.
Rubare al sole un raggio di luce
o al tempo ancora un'ora di vita.
Rubare...e poi donare
Donare il petalo ad un bimbo
e il candido bacio ad un fiore.
Donare al sole ancora un'ora di vita
e al tempo un ultimo raggio di luce.
E rubare...rubare...
chiudere gli occhi e rubare un attimo d'amore...
E donare...donare...
aprire gli occhi...e donare se stessi.

La piccola goccia

Puntuale come sempre..
come in un magico misterioso rituale sono qui...
..qui con me stesso ad ascoltare ancora una volta che il silenzio mi sussuri nell'orecchio il tuo nome..
qui...a farmi accarezzare dalla notte che ci ha cullato per molto tempo...ma anche lei ha perduto una stella...
Ora sono qui...piove...ma questa sera non voglio ascotare il silenzio..
questa sera voglio parlare....e parlerò..parlerò con te piccola goccia.
Sono qui...ancora qui...ancora nella notte ma...ora il silenzio non ha più nulla da dirmi...
ora sono qui..
a ricordare quando fermai quella piccola goccia e le parlai a lungo di te...
ma lei piccola e indifesa non ha saputo mantenere il segreto...
ed ora sono qui...
ad ascoltare la pioggia che mi ripete sempre il tuo nome....

*Avalon* Principe dei sogni
 

Avalon pag. 1

Avalon pag. 2

 

<bgsound src="touched2.mid" loop="10"> Right Click on the icon to adjust sounds.
Original Midi Composition, Touched By A Rose ©2001 Bruce De Boer